Caratteri speciali: quando, come, dove e perché usarli.

Forse non tutti lo sanno, ma esistono 6 tipi diversi di trattino di sei lunghezze diverse: dal lungo em dash (—, pari ad 1 em, cioè l’altezza in punti del corpo del carattere in uso) al piccolo hyphen (-). Ed esiste un tratto di lunghezza specifica da usare come simbolo dell’operazione matematica della sottrazione (−), ma quasi nessuno lo usa. Dunque: come con quali trattini – tipo questi? – si può dividere una parentetica dalla frase principale? E quali si usano per un elenco?

Esistono anche numerosi tipi diversi di virgolette e apostrofi: le smart quotes sono curve, hanno una direzione specifica e possono essere singole (‘ e ’) o doppie (“ e ”); mentre le dumb quotes sono dritte (‘ e “) e i prime sono inclinati (′ e ″). Per non parlare delle uncinate singole o doppie (‹, «, » e ›), che sono ben diverse da quelle che avete a sinistra del tasto Z sulla vostra tastiera (< e > – vedete?, sono più grandi); o delle virgolette speciali che si usano solo in certi linguaggi (come le „ basse). Quali si usano per indicare le misure in pollici o in decimi di grado? Quali per indicare un discorso diretto? E quali virgolette sono le più adatte per la lingua inglese o per quella tedesca?

Per non parlare dei dagger († o ‡), del pilcrow (¶) e di tutte le lettere ignote che troviamo nel Visore Caratteri: ¢, ½, ±, ≈, ÷, ☞, ¿. Ciascuna di questi, ci crediate o no, ha uno specifico utilizzo in tipografia – oppure lo ha avuto storicamente, e oggi è caduto in disuso o si usa a semplice scopo decorativo. Per orientarci in questo labirinto di glifi, ecco tre risorse online da salvare nei preferiti, più un libro interessantissimo che consiglio a tutti di leggere.

 

44

Characters

I designer Victor e Clemens Nübel hanno creato questo semplice e veloce strumento con le scorciatoie da tastiera (a seconda della piattaforma che usate) per accedere ai più comuni segni tipografici speciali: virgolette, apostrofi, prime e un paio di altri.

—————————

22

Typewolf

Un’enorme risorsa creata da Jeremiah Shoaf: contiene tutti i segni tipografici speciali, e per ciascuno offre scorciatoia da tastiera per Mac e Windows più il relativo codice HTML. Ma non è tutto: dopo ogni sezione, delle brevi Q&A risolvono alcuni dei dubbi più spinosi in merito all’utilizzo e alle differenze tra tutti i glifi. Imperdibile.

—————————

33

Unnecessary Quotes

Facciamoci una risata: questo blog raccoglie i peggiori utilizzi di virgolette non necessarie. Ci sono parecchie chicche, a sottolineare quanto l’uso indiscriminato di questi segni tipografici possa trasformare un buon prodotto di comunicazione in un raffazzonato lavoretto da dilettanti.

—————————

11

Shady Characters: The Secret Life of Punctuation, Symbols and Other Typographical Marks

Un libro straordinario di Keith Houston: raccoglie la storia, le prime apparizioni, gli usi moderni e gli aneddoti più curiosi sui simboli tipografici e la punteggiatura. Leggendolo, scoprirete le origini del pilcrow (¶), della chiocciola (@) e di tutti gli altri segni che potete trovare tra i vostri glifi.

 

 

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *