Motif Wine: ecco il packaging che avrei voluto progettare io

3

4

1

2

5

Quando ho disegnato il packaging per Bigagnoli che ha conquistato i due premi maggiori al Packaging International Competition di Vinitaly 2014, uno dei miei punti di riferimento è stato questo concetto: smettiamo, come produttori di vino, di imporre la nostra visione al cliente. Le pompose descrizioni organolettiche, le indicazioni di disciplinare, i nomi arzigogolati ed evocativi non aggiungono nulla al vero cuore della faccenda: l’esperienza dell’utente. Sono il suo gusto, il suo sapore, il suo palato, la sua storia, le sue passioni ad entrare in gioco: nulla di ciò che scriviamo su un’etichetta, in fondo, può modificare queste cose.

Questo il motivo che mi ha spinto a nascondere tutti i dati (nome dell’azienda, tipo di vino, descrizione, grado, disciplinare) sul retro della bottiglia, per avvolgere il prodotto in un pattern solo apparentemente privo di contenuti.

Lo stesso concetto, espresso splendidamente nelle parole “Crediamo che sia giunto il tempo per un vino di poche parole. Non vogliamo più imporre come vediamo, assaggiamo e annusiamo il vino”, è alla base del concept di Motif, serie di sei vini progettata dall’agenzia austriaca En Garde. 

Un aspetto essenziale del concept di Motif è quello che chiamiamo sesto senso: abbiamo trasformato il gusto, percepito attraverso naso e palato, in un motivo grafico. Motif rigetta intenzionalmente l’idea che la cultura del vino sia privilegio esclusivo di pochi: il nostro scopo è di facilitare il piacere del vino in modo privo di preconcetti, estremamente personale e, soprattutto, consapevole. […]

Abbiamo descritto il gusto e la personalità dei sei differenti vini attraverso il design delle texture: senza alcun testo, i singoli pattern presentano sottilmente delle indicazioni sul tipo di vino: se sia semi dolce, corposo o effervescente. Per esaltare la visualizzazione delle sei personalità dei vini, abbiamo usato toni caldi e naturali: gialli o verdi per i bianchi, rossi e blu per i rossi. Una delle sfide più impegnative è stata quella di veicolare il brand Motif sia individualmente che come insieme. La lettera M sulla capsula, con linee inclinate di 60 gradi, serve come key visual per unire tutte le bottiglie sotto un unico corporate design.

Dal sito ufficiale si possono acquistare le sei bottiglie, una per tipo, in una confezione unica al costo di 77,70 euro. Vi avviso: io ho già fatto l’ordine.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *