Il mio primo Giveaway: Thinking With Type, 2nd Edition di Ellen Lupton

di 7 luglio 2014 34 0

Proprio come i blogger veri, anche io inauguro il nuovo design di questo blog con il mio primo giveaway. Il premio è un libro splendido: “Thinking With Type 2nd Edition” di Ellen Lupton. Un testo fondamentale in lingua inglese per un primo approccio alla typography, che analizza con gusto, precisione e ricchezza di esempi gli aspetti fondamentali del testo: dall’anatomia del carattere all’evoluzione storica, dalla formattazione del testo al trattamento sul web. Un must per ogni graphic designer che si rispetti. Il libro ovviamente è nuovissimo e – chicca per i feticisti – arriva direttamente da Barnes&Nobles di New York City grazie a mio fratello (che però, evidentemente, ha sbagliato regalo: ce l’avevo già!).

Come funziona? È semplice. C’è tempo per tutta questa settimana, fino alle 23.59 di venerdì 11 Luglio, per lasciare un commento qui sotto che risponda alla domanda: “Che argomento dovrei trattare di più su questo blog?”. Al termine della settimana estrarrò a sorte uno dei commenti, contatterò l’utente via e-mail e il fortunato estratto si vedrà recapitare a casa il libro. Mi raccomando: se scrivete solo “Ciao, mandami il libro” sarà costretto a non considerare il vostro commento. Aiutatemi a migliorare con un commento intelligente!

Avanti tutta, il libro vi aspetta.

 

 

 

34 Comments
  • Francesco
    luglio 7, 2014

    Ciao! mandami il libro! ah, no, scusa, ci va qualcosa di costruttivo. Me lo imballi in una scatola di LEGO?
    Ok, la smetto…

    Per me sarebbe interessante la storia dei font, perché stato scelto questo piuttosto che quello in un determinato ambito, come è nato un font, da dove deriva e cose simili.

    Spero di essere stato chiaro 🙂

    Bel blog! Piace!

  • SIMONE
    luglio 7, 2014

    Ci sarebbero un sacco di argomenti da trattare, il migliore, dato il periodo secondo me sarebbe:

    “Come coniugare design ed economia con le richieste di mercato di oggi”

    Bene o male chi lavora in questo settore si trova spesso a dover abbassare i propri standard lavorativi/estetici per non soccombere alla dura legge di mercato. Inevitabilmente piovono critiche che ritengo superficiali in quanto non tengono mai conto degli sforzi che un’azienda/agenzia/freelance fa/fanno per stare in piedi.
    Mi sembra un ottimo argomento di confronto.

    Simone<<

  • Roberto
    luglio 7, 2014

    Ciao
    mi piacerebbe se trattassi della differenza tra le pubblicità italiane con quelle estere, oppure una serie di do e don’t nella grafica

  • Beers
    luglio 7, 2014

    Ciao, si il libro è per me, prepara pure.
    Potresti parlare sull’effettiva importanza che da il cliente finale al font rispetto a quella dovuta? C’è scontro/dibattito su utilizzo di font “costose”? Quanti font bisognerebbe conoscere, se usare i più famosi è considerati ripetitivo.. (ammazza sembra un’intervista!)

    Complimenti so far, comunque 😉

  • Stefano
    luglio 7, 2014

    Innanzitutto complimenti!
    Secondo Massimo Vignelli, noto designer milanese trasferito a New York, “alla fine, setacciando”, restano solo quattro font buoni e tutto il resto è spazzatura”. Come pesare questa affermazione anche in base alla enormità di font di cui disponiamo? Come riconoscere un “font spazzatura” da uno buono e che dura nel tempo? Grazie!

  • Lorenza
    luglio 7, 2014

    Ciao Stefano,
    mi piacerebbe un sacco trovare sul tuo blog analisi e critiche su lavori giá pubblicati riguardanti impaginazioni e font in rapporto al tema e al formato del lavoro. Non solo peró dal punto di vista tecnico ma anche dal punto di vista … emozionale! 😉
    Buon lavoro!

  • Alessandro
    luglio 7, 2014

    Ciao!
    sarebbe utile e simpatica una rubrica dove poter raccontare “che cos’è il nostro lavoro” a chi non ne ha la più pallida idea.. un “Cara Mamma di lavoro faccio il grafico”
    🙂

  • Stefania
    luglio 7, 2014

    Ciao!
    Per me sarebbe interessante parlare di relazione con il cliente: come approcciarsi? Come presentare le proprie proposte? Come presentare il lavoro finito?
    Grazie mille!
    Ciao ciao!

  • Giuseppe
    luglio 7, 2014

    Ciao Stefano,
    mi piacerebbe conoscere il tuo metodo di lavoro: come organizzi il tempo, cosa fai quando l’idea proprio non arriva, se hai dei trucchi per gestire meglio più progetti contemporaneamente.
    Mi piacerebbe inoltre che tu scrivessi dei confini del lavoro creativo… Il territorio del creativo confina con molte altre professioni collaterali: marketing e commerciale in primis… Io come grafico freelance questi confini li invado quotidianamente: per vendere il mio lavoro spesso mi improvviso non solo commerciale ma anche motivatore, consulente marketing, tecnico di computer o addirittura (te lo giuro) piastrellista. Ecco parlaci di come abitualmente “sconfini”… Sarebbe carino riconoscere situazioni simili, farsi una risata e sentirsi così meno soli 🙂

    Grazie.

  • Carlo
    luglio 7, 2014

    Sareb be in t eressante
    cap i r e
    meglio le regole

    di com p o sizio-
    ne tipografic a.

    Scherzi a parte, potrebbe essere interessante una parte di consigli pratici per affrontare l’impaginazione e la gestione del testo, qualche regola “aurea” ecc.

    Buon lavoro!
    Carlo

  • Pamela
    luglio 7, 2014

    Ciao!!!
    Interessante sarebbe l’argomento sull’impatto emotivo dei caratteri ….spesso mi sono sentita dire. ..”uno vale l’altro!!!”…O_o

  • Edo
    luglio 7, 2014

    Ciao Stefano,

    Sarebbe bello una rubrica anche con piccoli shot di “Designer/Freelance do’s and don’ts”. Un po’ come nel bel bellissimo libro “Thou shalt not use Comic Sans” però più centrato sul contesto italiano e più “torregrossiano” 😉 , inoltre quel testo inizia ad essere vecchiotto quindi ci va qualche aggiornamento.

    Byez

  • Giorgia
    luglio 7, 2014

    Credo che approfondire la storia dei font ‘classici’ sia molto interessante,

    ma anche dei focus sui nuovi-font-che-vale-la-pena-prendere-in-considerazione non è male!! 🙂

  • Daniele
    luglio 7, 2014

    Ciao, a me piacerebbe se si trattasse anche un po’ di design della comunicazione in generale.
    Buon lavoro!
    Daniele 🙂

  • Matteo Cuccato
    luglio 7, 2014

    Sciao! Che ne dici di “meccanismi di persuasione, dall’indottrinamento religioso alla pubblicità” 😉 Teo

  • Sabato83
    luglio 8, 2014

    Ciao, io lavoro nel campo della stampa offset. Sarebbe interessante conosce un po’ più a fondo il mondo della stampa in generale. Molti pensano alla stampa come quella del tasto stampa del computer e tutto esce da una stampante senza nessuna difficoltà. Invece c’è un mondo dietro la stampa, che sa essere anche molto affascinante!

  • Mimma
    luglio 8, 2014

    Bravo Stefano!
    Sei riuscito a “strappare” commenti ai grafici spesso un po’ snob con i blog di altri grafici. La tua idea è semplicemente geniale.

    Spero che il vincitore sia un giovane grafico pieno di passione e amore per il nostro mestiere.

    Ciao
    m.

  • Enzo Triolo
    luglio 8, 2014

    Grande Stefano! Da Graphic Designer la trovo un’idea ottima. Creare un centro di discussione in cui scambiarsi idee e conoscenze.
    Per quanto riguarda gli argomenti non mi dispiacerebbe leggere post sul lavoro del freelance, e magari consigli utili su come approcciarsi a questo mondo…
    È un mondo del quale ancora ben poco si sa e che spesso viene frainteso e poco considerato (il mio ultimo datore di lavoro disse “è tanto che ti pago… Dalle altre parti il grafico non viene pagato” (ca**ate col botto)”. Quindi non sarebbe male aprire una bella discussione a riguardo.

    Ps: ottima l’idea del giveaway! Specie con un libro della Lupton 😀

  • Alex
    luglio 8, 2014

    mi ha sempre interessato la relazione tra progettazione grafica e scienze, magari potresti scrivere dell’infografica scientifica. O magari semplicemente delle infografiche utilizzate nei quotidiani/settimanali. Se poi riesci a fare un confronto stilando pro e contro degli uni e degli altri meglio ancora!

  • Davide
    luglio 9, 2014

    ciao….mi servirebbe proprio quel libro…xD almeno completo la trilogia dello stesso autore…:) scherzi a parte, gli argomenti – come detto da molti – sono tanti, ma vorrei che si approfondisse il ruolo della grafica (e del design) nella comunicazione multicanale, anche in riferimento alle font da usarsi. ciaooooo…..bellissima idea!!!!

  • Mykoize
    luglio 9, 2014

    Io da brava smanettona vorrei capire come fare ad avere dei bei font anche sui siti web… il codice base ne legge davvero pochi (Basta con Helvetica! xD) e sicuramente ci sono metodi più o meno complessi per risolvere questa questione come plugin e varie.
    Ora basta, vai ad impacchettare il libro che tanto mi sa che settimana prossima passo dalle vostre parti e vengo a ritirarlo! 😛

  • Fred
    luglio 9, 2014

    Ciao, io impronterei il discorso sul legame tra il grafico che crea e tutta la parte relativa alla prestampa e stampa tipografica. Io lavoro nel campo della prestampa e molte volte devo far venire i grafici da me per spiegargli gli standard di preparazione dei lavori per la stampa.

  • Manuele R. Pennisi
    luglio 10, 2014

    Ciao e complimenti per il blog 😉 secondo me vista l’enorme quantità di blog dedicati ai tutorial, forse una buona idea sarebbe quella di diversificarsi e dare consigli sulla vita da designer:: come inserirsi nel mondo del lavoro, gestire i clienti e le problematiche, che approcci e workfkow usare per i progetti, magari anche un po di problem solving 😉 in bocca al lupo per il blog!

    • OniceDesign
      luglio 10, 2014

      Beh: il blog è in piedi dal 2008 🙂 Se cerchi nel passato (specie i post con categoria “Vita da Freelance”) dovresti già trovare parecchio materiale!

  • Antonio Bellan
    luglio 10, 2014

    Ciao Stefano,

    come ben sai, a me interessa il type design.
    Qualsiasi approfondimento, informazione e risorsa cartacea od online mi interesserebbe molto!

    Buona giornata 😉

    Antonio

  • Daniele
    luglio 10, 2014

    Intanto complimenti per il “coraggio” di aprire un blog che parli del nostro settore.
    Diciamo che riuscire a parlarne bene, (o male) in modo corretto e con argomenti esaustivi non sia proprio una passeggiata. Sono curioso e metterò questo blog fra i preferiti.

    Secondo me una cosa importante di cui potresti parlare è come riuscire a interagire col cliente, non snaturando il nostro gusto personale. (sempre che ci sia una formula adatta 🙂 )

    Però io se avessi un blog, metterei dei trick & tips utili; interviste (se possibile) ad addetti ai lavori; rapporto stampa/grafica con vari esempi; info sulle impaginazioni; info sulle griglie, e tante altre cosine molto gradevoli…

    • OniceDesign
      luglio 10, 2014

      Beh, a dire il vero il blog è in piedi dal 2008 🙂

  • Cosimo
    luglio 10, 2014

    Salve Stefano, seguo il tuo blog da un pò e lo trovo davvero interessante! Essendo alle prime armi vorrei sapere se magari potevi metter su una serie di articoli dove si parte dalla base della grafica, una sorto di piccolo “corso”!

    Grazie!

  • Daniele
    luglio 10, 2014

    Salve conosco da poco il blog, ma posso dirti che per quanto riguarda il blog credo che l’architettura dello stesso sia bella e funzionale.

    il problema sono gli argomenti/contenuti:

    – dovresti renderli più approfondititi.

    – ho visto post sui HandMadeFont! ma credo che pittosto che trattare casi così definiamoli “particolari”…
    credo che sia necessario invece approfondire gli aspetti tecnici e storici dei font che i designers più usano, (ci sono molti grafici che usano coppie di font senza sapere nemmeno chi li abbia disegnati).

    Insomma contenuti davvero interessanti. In lingua italiana. Sarebbe un miracolo nel nostro paese!.

    Conclusione: questo è un blog specifico per la tipografia…. Che sia un blog specifico per la tipografia..

    Ma qualcosa di più, si può fare.

    Ps: Ovvio! il mio è un consiglio.

    • OniceDesign
      luglio 11, 2014

      Ciao Daniele – in realtà non è un blog specifico sulla tipografia. È vero che molti post riguardano questo argomento, ma semplicemente perché è una mia profonda passione e perché lo ritengo un aspetto fondante del nostro lavoro. In realtà qui si parla di tanto altro 🙂 Cmq grazie del consiglio!

  • Luca
    luglio 11, 2014

    Io proporrei una rubrica che potrebbe essere chiamata (Chi l’ha visto… nome originale, mai usato penso 🙂 ) dove una volta alla settimana analizzi un carattere visto in pubbliche manifestazioni o in tv o su canpagne pubblicitarie di visibilità nazionale ecc ecc per esempio se c’è la campagna di Obama, analizzi il Gotham, ci sono i mondiali di calcio? Analizzi il carattere usato per il mondiale, esce un nuovo film al cinema, analizzi il carattere usato per il titolo, esce il cd degli slipknot o di vasco rossi (data la svolta metal 🙂 analizzi il carattere usato per il titolo del cd o per i testi. Non so se mi son spiegato, spero di si, spero che alle 01:25 basti il concetto 🙂

  • Tata
    luglio 11, 2014

    Ciao! Complimenti per il tuo lavoro!
    data la mia smania di imparare, mi piacerebbe che tu pubblicassi dei manuali/corsi, ma visto che questa cosa ti è già stata suggerita, allora aggiungo anche che sarebbe bello se ci tenessi informati sui corsi che si tengono in zona nord-est che ritieni più utili e ben fatti!
    Grazie!

  • Claudio
    luglio 11, 2014

    Ciao!

    Interessante sarebbe fare delle interviste a grafici che hanno fatto del design la loto vita.

    Si potrebbero fare un sacco di domande, spaziando dal loro pensiero alla loro formazione professionale, dalla descrizione delle loro “skills” ai libri che potrebbero consigliare per chi (come me) vorrebbe tenersi sempre aggiornato sul fantastico mondo del design.

    Comunque sia, continua cosi! Scrivi ottimi articoli 😀

    Ciaoo

  • Amores
    luglio 11, 2014

    Ciao!
    Io direi storia del font, evoluzioni del font nella storia, studi e commenti sui caratteri che hanno fatto storia anche legati a loghi famosi, eventuali corsi di type design, l’uso del carattere nel mondo web, mostre particolari sui font o sugli indimenticabili caratteri tipografici….
    A me piace il type design, ne vado pazza insomma….

    Ciao e complimenti per i tuoi lavori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *