Bigagnoli stravince l’International Packaging Contest a Vinitaly 2014!

Eh, son soddisfazioni. Grandissime soddisfazioni.

Le mie etichette per Bigagnoli Wines (Bardolino DOC Classico e Bardolino DOC Chiaretto) fanno incetta di premi al 18° International Packaging Contest in occasione di Vinitaly 2014. I risultati ufficiali sono usciti ieri: sulle 160 bottiglie partecipanti, Bigagnoli ha vinto il Premio Etichetta dell’Anno 2014, il Premio Speciale Packaging 2014 e la Medaglia d’Oro per la categoria Rosati Fermi con il Chiaretto. 

Dopo l’esposizione alla Mostra “Nudi o vestiti? Comunicare con il packaging” organizzata da PoliTorino lo scorso anno, dopo essere apparsa online su Lovely Package, Packaging Of The World e altri siti di riferimento e offline su alcune riviste italiane di grafica e packaging, la vittoria a questo Concorso Internazionale (uno dei più importanti al mondo) aggiunge l’ultima stella ad un progetto che in soli 12 mesi mi ha dato enormi soddisfazioni. D’altra parte, si sa: un freelance vive anche e soprattutto di queste cose, non necessariamente di premi in denaro.

Lasciatemi dire, con la massima umiltà, che metà del premio va anche al merito di Alessio Bigagnoli: un cliente giovane e coraggioso come pochi, che ha avuto l’incoscienza di nascondere il nome dell’azienda e del vino sul retro, per premiare delle texture monocromatiche che non hanno niente a che fare con i classici concetti di territorio e tradizione enologica tipici dell’area Bardolino. Un cliente che, anche di fronte ad opinioni avverse (“Non hai mica un’etichetta alternativa a questa?”), ha insistito nella linea adottata senza mai abbandonare il percorso. Con grandi soddisfazioni, evidentemente, non solo dal punto di vista del design ma anche della vendita del prodotto.

Inutile dire che, da buoni veronesi quali siamo io e Alessio, è già in programma un luuuuuunghissimo brindisi di festeggiamento.

 

Rassegna stampa parziale: ANSA, Italia a Tavola, Wine News, AgroNotizie, BeverFood, InformaCibo, Agricolae.

 

3 Comments
  • Marco
    marzo 18, 2014

    Complimenti!
    Premio meritato. Le etichette sono davvero particolari.

  • giuseppe
    aprile 2, 2014

    tu dici che hai nascosto il nome sul retro della bottiglia, ma essendo un’etichetta molto riconoscibile e particolare, direi che non è stato un sacrificio, anzi uno stimolo per chi guarda… avvolte vale più la curiosità di una scritta a caratteri cubitali… come il porno e l’eros.
    Osare, con gusto, non guasta mai…
    Complimenti, hai dato personalità ed unicità ad un prodotto rendendolo riconoscibile tra le miriadi di etichette che sono in giro

  • ilaria
    giugno 10, 2014

    Certamente è una grande soddisfazione lavorare con clienti che, credendo nella tua professionalità, riescono a farti esprimere al massimo.
    Complimenti, trovo l’etichetta straordinaria!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *